Top
  >  Le mie esperienze   >  Esplora i segreti nascosti della Sardegna

Il 2020 è un anno impegnativo. Per me è l’anno in cui ho avuto la possibilità di tornare per un lungo periodo nel mio paese natale per scoprirne i tesori e le bellezze nascoste.

La Sardegna è ben nota per le sue spiagge e la costosa vita notturna. È anche conosciuta per essere molto affollato da giugno a settembre normalmente. Con il mio itinerario scoprirai una parte diversa della Sardegna e entrerai davvero in contatto con la cultura locale. Concentrandoti sulla parte centrale e meridionale dell’isola, avrai la possibilità di isolarti e rilassarti nella natura. 

Potresti soggiornare a Cagliari per alcuni giorni ed esplorare le zone intorno alla città in tutta tranquillità. C’è così tanto da scoprire!

La costa orientale e quella occidentale hanno alcune delle spiagge più belle di tutta l’isola.

Guidare è facile e sicuro. Passare da una spiaggia all’altra è stata una delle mie attività preferite. e ti dà l’opportunità di goderti molti dei siti e alternare relax e azione. Ma se non sei molto attivo c’è un elenco di luoghi perfetti dove puoi riposare. Piccole spiagge con buoni servizi e tutto ciò di cui hai bisogno. La parte meridionale dell’isola è ricca di siti archeologici. È molto facile individuarli durante la guida. Posso pianificare per te un itinerario che includa i principali siti in base al tuo interesse. Uno dei siti più suggestivi è sicuramente la città archeologica di Nora. È proprio al mare. Durante il mio viaggio ho scelto di essere base a Cagliari per i primi 3 giorni. È fantastico viaggiare durante il giorno e godersi la città nel tardo pomeriggio. Andare per un aperitivo in un bar sul tetto, fare un po ‘di shopping e poi gustare ottimo cibo (capitolo a parte sul cibo) in uno dei numerosi ristoranti e bar. Ho esplorato la maggior parte dei luoghi e posso sicuramente guidarti in un viaggio gastronomico. Per maggiori info controlla il mio post su Sardinia Food. Ma dove andare se vuoi esplorare i sentieri nascosti dell’isola? L’Isola di San Pietro potrebbe essere il posto giusto se stai cercando grandi scenari, spiagge e culture. Carloforte è il capoluogo di questa piccolissima isola nella parte sud-occidentale del capoluogo della Sardegna. Per raggiungerla è necessario prendere un traghetto da Portovesme per 40 minuti. L’isola è famosa per la macellazione del tonno e per la produzione di alcune delle migliori conserve di tonno al mondo. I ristoranti specializzati in tonno sono innumerevoli. Ci sono opzioni per dormire nella città principale o per affittare piccole case vacanza in tutta l’isola. Esplorare spiagge e siti è semplicissimo. Trascorrere qualche giorno a Carloforte ti darà davvero l’impressione di essere in un altro mondo. Finalmente la mia parte preferita del viaggio. Dopo San Pietro, ho guidato fino a Santu Lussurgiu nella parte interna dell’isola. Se ti piace guidare, questa parte è piuttosto impegnativa (molte curve) ma ne vale la pena. Non perderti il ​​Tempio di Antas lungo la strada. Da questo sito, molto bucolico, partono fantastici trekking che permettono di esplorare alcune antiche miniere. Accanto alla nostra meta c’è anche un altro grande sito archeologico Nuraghe di Santa Cristina. Puoi esplorarlo e pranzare nel ristorante accanto al sito. Finalmente alle 16 siamo arrivati ​​a Santu Lussurgiu. Si tratta di un antico borgo medievale tipico ricco di storia e fascino. È bello passeggiare per esplorare vecchie case e strade nascoste. Le persone sono così amichevoli eppure tutto sembra molto genuino. Ho scelto di rimanere solo per una notte a causa del mio programma, ma sarebbe perfetto rimanere più a lungo ed esplorare l’area circostante in tutta tranquillità. Ciò che ha davvero fatto la differenza è stato il soggiorno e la famiglia proprietaria di questo meraviglioso gioiello. Non so se avete mai sentito parlare del concetto di albergo diffuso (posso dirvi di più su questo). Il nostro appartamento era stupendo. Il cortile e i suoi alberi di limone, l’atmosfera e ovviamente le persone. C’è uno chef locale che utilizza solo ingredienti provenienti direttamente dalla loro terra. La cena è stata superba e la colazione ci ha lasciato senza parole. Continuando il viaggio esplorando la parte interna dell’isola abbiamo raggiunto il momento clou in termini di esperienze rurali. Da non perdere Oliena, Orgosolo e le zone limitrofe. È possibile organizzare escursioni con i pastori locali. Ti spiegheranno delle piante e dei fiori, degli animali e della loro vita sulle montagne. Finirai finalmente la tua avventura mangiando un pranzo genuino con loro sotto gli alberi. Questo momento speciale non lo dimenticherò mai. Siamo finiti in macchina per tutta la discesa dalla montagna fino al mare a Cala Gonone. Questa è la base perfetta per esplorare una delle zone costiere più belle della Sardegna. Questo viaggio ti dà la flessibilità di goderti il ​​mare e la montagna insieme alla cultura e ai prodotti locali.

post a comment