Top
  >  Cibo dal mondo   >  Dove e cosa mangiare a Tokyo

ntroduzione alla cultura alimentare giapponese

Colazione: la maggior parte degli hotel della città serve una colazione a buffet dove troverete specialità occidentali e asiatiche. Nei Ryokan ti verrà servita una colazione giapponese (puoi richiedere una colazione europea). La colazione tradizionale comprende pesce, riso, zuppa di miso, uova, verdure. Consiglio di provarlo, ma se non ve la sentite al mattino chiedete una colazione occidentale alla reception.

NOTA: nei buffet troverete spesso un piatto speciale. Si tratta di soia fermentata che viene servita in piccoli kit contenenti alcune salse di accompagnamento. Conosciuto come NATTO, sembra essere una fonte proteica e vitaminica alla base della dieta giapponese. Il sapore è strano ed è un po’ complesso consumarlo, poiché la consistenza è piuttosto appiccicosa. Il NATTO va condito con le salse appropriate, mescolato e versato sopra il riso nella vostra ciotola.

Pranzo e cena sono consumati particolarmente presto in Giappone. Dalle 11.30 pranzo e cena dalle 18. La prenotazione per la cena è sempre consigliata. Vi consiglio di chiedere al vostro Hotel di effettuare la prenotazione per voi, soprattutto quando siete nelle grandi città.

In cui si

Troverai un’enorme verità di opzioni. Pensa che Tokyo è la città al mondo con la più grande offerta gastronomica. Nella zona di Shinjiku e vicino alle stazioni più trafficate troverai una grande quantità di Izakaya. Questa è la versione giapponese dei tipici Pub. Ti verranno servite una serie di tapas accompagnate da ottima birra o sakè. L’atmosfera è tipicamente giapponese e molti izakaya sono a conduzione familiare. Per quanto riguarda il cibo, è sempre un po’ rischioso visto che i menu sono per lo più solo in giapponese. E’ comunque un’esperienza da provare se se ne ha l’opportunità.

Elenco di cosa ordinare in un Izakaya:

Edamame: fagiolini
Yakitori: spiedini alla griglia (troverete anche piccoli bar specializzati solo in Yakitori)
Karaage: pollo fritto
Sashimi-sushi marioawase: selezione di sushi o sashimi
Yak zakana: pesce alla griglia
Centri commerciali: in tutti i centri commerciali troverai il reparto Gastronomia (vedi Depachica) al piano interrato. Dove puoi portare Take Away e consumare i tuoi acquisti negli appositi punti di ristoro, in un parco o nella tua camera d’albergo. Sempre nei centri commerciali troverete la zona ristorante all’ultimo piano con un’ampia scelta che spazia dal Sushi al Ramen.

Elenco dei centri commerciali: Isetan, Daimaru, Ginza Six, Kitte, Mitsukoshi Ginza, metropolitana della stazione di Tokyo.

Minimarket: il modo più economico per acquistare cibo. Questi sono piccoli supermercati che troverai in tutto il Giappone e che vendono generi di prima necessità. Troverai cibo pronto e molto economico. Acquista Bento Box, Onigiri, panini e bevande. Puoi anche chiedere di scaldare i tuoi piatti. Quello dei minimarket è un mondo meraviglioso. Sono un salvavita nei casi di montagna.

Ecco alcune note importanti:

Tutti i minimarket sono dotati di servizi igienici.
Elenco dei minimarket più conosciuti: Seven Eleven (il più famoso e fornito), Lawson, Family Mart.
Ogni Seven Eleven ha un bancomat. Solo in questa catena puoi prelevare contanti negli appositi ATM
Quando acquisti bevande prova assolutamente la gamma di tè giapponesi venduti in bottiglie di plastica.
Puoi trovare anche prodotti occidentali, frutta, yogurt e latte.
Dettaglio molto interessante. In genere, accanto alle scatole si possono trovare altre bevande in lattina o bottiglia che vengono vendute riscaldate. Esatto, invece di stare in frigorifero sto in forno. Provali.
Cosa e come

Kaiseki: quasi tutti i ryokan più famosi servono la cena in camera o in una sala comune in stile Kaiseki. Questa è un’esperienza di cucina molto alta, dove gli ingredienti, la preparazione e la presentazione sono ai massimi livelli per creare un’esperienza culinaria sofisticata. Per fare questo, vengono utilizzati ingredienti freschi e di stagione.

Sushi: Tokyo è l’impero del sushi. Suggerisco alcuni suggerimenti per ordinare i pezzi migliori. Prima di tutto, se il menu include un Omakase (il suggerimento dello chef) vai sul sicuro e ordinalo. Ti verranno proposti i migliori tagli senza spendere capitali. Ad esempio puoi ordinarlo da Daiwa Sushi al mercato del pesce o da Kyubey a Ginza.

Toro: il taglio di tonno più succoso.

Uni: riccio di mare. Se hai un menu con Uni chiedi allo chef Uni di Hokkaido (il riccio di mare più pregiato).

Tamago-yaki: frittata di soia

Ikura: uova di salmone

Mauguro: tonno normale

Ebi: gamberi

Dani: granchio

NOTA: il vero sushi spesso viene preparato già contenente il Wasabi, quindi se non sei un amante fallo subito presente allo chef o al cameriere. Se non sei esperto nell’uso delle bacchette, l’etichetta giapponese richiede comunque l’uso delle mani per gustare il sushi.

Anche il chirashi-sushi è ben noto. Questo è sashimi adagiato sopra una ciotola di riso. Di solito è sufficiente nutrire una persona.

Ramen: Piatto che ha le sue origini in Cina, questa zuppa popolare è ormai diffusa in tutto il mondo. Molti sono i tipi di pasta e di brodo utilizzati. La pasta è sempre all’uovo e assume tagli diversi, da sottili a grossi, da lisci a ricci. Il brodo nella versione classica è a base di carne, trovate anche la versione a base di pesce

arricchito con Miso o salsa di soia e vari altri ingredienti. Quasi tutti i ristoranti di ramen servono anche Gyoza (gnocchi cinesi alla griglia) e riso saltato con verdure e/o carne.

Soba e Udon: la versione giapponese del ramen. I soba sono spaghetti di grano saraceno molto delicati. Servito in versione zuppa a base di salsa di soia, palamita e mirin e generalmente condito con verdure di stagione.

Normalmente la pasta è fatta a mano e basta un piatto per accontentarvi. In alcuni posti puoi trovare anche Soba Yaki. Gnocchi di grano saraceno conditi con salsa e verdure. Gli udon sono spaghetti di grano (biancastri) solitamente più spessi dei soba e conditi con gli stessi ingredienti.

Tempura: Ristoranti specializzati in Tempura dove tutto ciò che viene servito è una nuvola croccante. Solitamente tutte le verdure di stagione in frittura (zucca e funghi in autunno, asparagi in primavera) e il pesce. Provate a ordinare il menù del giorno e il Kaarage-don (fritto adagiato su una ciotola di riso).

Tonkastu: ristoranti specializzati nella versione cotoletta giapponese. Sono generalmente catene molto economiche.

Sukiyaki e Shaba Shaba: in entrambi i casi sono stufati. Normalmente queste metodologie vengono proposte nei ryokan. Ti verrà data una pentola sul fuoco al tuo tavolo. Nella pentola troverete già il brodo e poco a poco dovrete aggiungere verdure, tofu e fettine sottili di carne, solitamente di manzo. Successivamente, una volta pronte potrete pescare la carne e le verdure e immergerle nel sugo prima di gustarle.

Okonomiaky: specialità tipica di Osaka e Hiroshima. È una frittata gigante cotta su un piatto. Potrai scegliere gli ingredienti che preferisci e osservare la preparazione degli esperti chef in modalità show cooking.

Altre specialità: Tako-yaki = frittelle di polpo; Curry = troverai anche molti ristoranti specializzati in Curry; Onsen Tamango = uova al vapore o sode nelle sorgenti termali (Onsen).

Dolci: Ogni stagione in Giappone viene celebrata con dolci tipici. In primavera troverete dei dolci avvolti nelle foglie di ciliegio e in autunno avranno la forma e il colore delle foglie d’acero. Nella maggior parte dei casi i dolci vengono utilizzati per accompagnare il rito del tè e sono a base di farina di riso. I più comuni sono i Mochi. Palline di farina di riso glutinose, con un morbido ripieno a base di fagioli rossi dolci. Li troverete un po’ ovunque ma in genere i migliori si trovano nei reparti Gastronomia dei centri commerciali.

Bevande: Sake, Birra (Sapporo, Ashai) e Tè sono le bevande più tradizionali. Vi consiglio di provare il Sake soprattutto a cena nel Ryokan o nei ristoranti più famosi. Ne esistono di diversi tipi (dolce o secco) e si può bere caldo o freddo. Se ami il tè, il Giappone è il tuo regno. Al ristorante puoi ordinare il più tradizionale tè o-cha, e in molti ristoranti ti verrà servito l’hojicha dopo i pasti (tè verde affumicato) molto leggero per aiutare la digestione. Vi consiglio assolutamente di visitare una casa da tè tradizionale (Ippodo a Kyoto). Prova il tè Matcha, Sencha e Gyokuro. Il matcha viene servito durante le cerimonie. Sencha e Gyokuro sono i tipi più pregiati di tè verde con diversi gradi di gusto.

post a comment